Terra di tutti film festival immagine 2019
Works from the 36 OCSE countries can be registered via the FilmFreeWay portal:

Iscrizioni opere 36 paesi OCSE

terra di tutti film festival

"voci dal mondo invisibile"

13ª edizione | 10-13 ottobre 2019
Bologna - Firenze

LA MIA VITA DA ZUCCHINA

CLAUDIA BARRAS

SVIZZERA/FRANCIA | 2016 | 60'

Icare, soprannominato Zucchina, è un bambino di 9 anni che, dopo la scomparsa della madre, viene mandato a vivere in una casa-famiglia. Grazie all’amicizia di un gruppo di coetanei, altri minori abbandonati, tra cui spicca la dolce Camille, riuscirà a superare ogni difficoltà, abbracciando infine una nuova vita. Basato sul romanzo Autobiografia di una zucchina di Gilles Paris (poi rieditato con il titolo del film), rappresenta l'esordio di Claude Barras nel lungometraggio ed è realizzato in animazione a passo uno. Il film è stato girato presso il Pôle Pixel di Villeurbanne al ritmo di trenta secondi al giorno, grazie a nove animatori che hanno lavorato simultaneamente su quindici set diversi.

Cladia Barras nasce nel 1973 a Sierre, in Svizzera, studia illustrazione e computer graphics all'École Emile Cohl di Lione e all'ECAL (École Cantonale d'Art de Lausanne), che produce anche i suoi primi lavori. Grazie al cortometraggio in stop-motion The Genie in a Ravioli Can, ottiene un grande successo nei festival di tutto il mondo, diventando un autore di punta dell'animazione in Svizzera e in Francia. La mia vita da Zucchina è il suo primo lungometraggio e, grazie all'accoglienza entusiastica in festival come Cannes, Annecy e San Sebastián, lo ha consacrato definitivamente.