Terra di tutti film festival immagine 2014

terra di tutti film festival

Documentari e cinema sociale del sud del mondo

11ª edizione | 13-15 ottobre 2017

Mercoledì 12 Ottobre 2016

Dieci anni di Fortezza Europa

Europa, politiche d'accoglienza e integrazione protagonisti al #TTFF10

Inauguriamo i festeggiamenti iniziando da dove il Terra di Tutti Film Festival è partito, dieci anni fa, con la sessione speciale “10 anni di Fortezza Europa” con i vincitori e i migliori tra i selezionati delle passate edizioni del Festival sul tema delle frontiere e dei migranti. La serata inaugurale, che si svolgerà mercoledì 12 ottobre, avrà come tema l’integrazione in Italia e in tutto il mondo. Tra i film della prima giornata “Alisya nel paese delle meraviglie” di Simone Amendola, che dopo aver presentato il suo cortometraggio “Zaza, Kurd” all’ultima Mostra del Cinema di Venezia, sarà membro della giuria del Premio Lo Porto.

Con la proiezione de “La vita che non cie – L’amore ai tempi della frontiera” di Alexandra D'onofrio rincontreremo Winny e Nizar, due giovani che ci mostrano cosa significa vivere una storia d’amore all’interno del centro d’identificazione di Chinisia, a Trapani.

Fortezza Europa sarà anche il filo conduttore per altre serate, tanti i film per la serata di sabato 15 che sarà divisa in due parti. Parleremo di Europa e politiche d’accoglienza con Andrea SegreStefano Liberti e Raffaella Cosentino, il dibattito sarà poi seguito dalle proiezioni di  “A Sud di Lampedusa” di Andrea Segre in concorso nella prima edizione del 2007, “Welcome to Italy” di Stefano Liberti, e con la prima visione in assoluto di “Sul Fronte del Mare” di Raffaella Cosentino.

Sposteremo poi l’attenzione sul Medio Oriente“Nevertheless, Al Quds” ci porterà a scoprire la situazione della popolazione palestinese nei territori di Gerusalemme Est, mentre “Extraordinary People” ci mostrerà come si sopravvive alle dure condizioni imposte dalla natura nella Regione del Mar Nero.

Sarà poi la volta di “Echoes of the Shadow” della libanese Dima Al Joundi, che sarà presente a Bologna e ci introdurrà alla visione del suo film.

La serata di sabato terminerà con la proiezione di “Sponde. Nel sicuro mare del Nord” di Irene Dionisio, toccante storia d’amicizia tra lo scultore e postino tunisino Mohsen e un becchino in pensione.

Sempre legati al tema delle migrazioni, sviscerando gli orrori da cui si fugge, domenica 16 presentiamo “Boko Haram.  Le origini del male” nuova e sempre coraggiosa opera di Xavier Muntz (vincitore dello scorso anno) e il profondo “Girls War”, di Mylene Sauloy, prodotto da Arté TV France, sulla battaglia militare ma soprattutto ideologica portata avanti dalle combattenti curde contro l’Isis.

Non finisce qui.. “The Adventure”, documentario in 4 puntate di Gregory Lassale, è il viaggio intrapreso da tre giovani ivoriani per entrare in Europa da clandestini, attraverso le frontiere tra Turchia e Grecia. Vogliono continuare il viaggio, ma si scontreranno coi regolamenti europei che li obbligano a restare in Grecia. La loro storia ci accompagnerà in quattro serate diverse.

Ci sarà anche spazio per un incontro tra il pubblico e chi si occupa di Media per analizzare insieme il modo in cui nasce una notizia durante alcune crisi in corso, come Siria e Medio Oriente, le migrazioni verso l’Europa e le continue violazioni di diritti umani. Tutto questo nel Workshop Media&Migrations – Il Giornalismo al tempo della crisi. Interverranno Susanna Zaccaria, Assessora alle Pari Opportunità e Diritti dei nuovi cittadini del Comune di Bologna, Stefania Piccinelli, Reponsabile Educazione alla Cittadinanza Globale di GVC e Diretttrice Artistica del TTFF, Valerio De Cesaris, Docente di Storia Contemporanea dell’Università per Stranieri di Perugia, Barbara Schiavulli, Corrispondente di guerra e scrittrice, Benoit Bringer, giornalista investigativo e autore di Paradis Fiscaux (documentario sui Panama Papers in concorso al TTFF), Alessia Giannoni, Cospe, e Stefano Trasatti, giornalista del Redattore Sociale.

Affronteremo tanti temi caldi per una riflessione necessaria ora più che mai, senza perdere mai vista uno sguardo che parta dal Sud del Mondo.

Quindi buone visioni a tutti e…non mancate!

Programma completo --> https://goo.gl/6OgjH3

Workshop Media&Migrations – Il Giornalismo al tempo della crisi --> https://goo.gl/6mXWUl